• Ingresso delle truppe alleate a Città di Castello, 22 luglio 1944
  • Primo raduno degli ex perseguitati politici della provincia di Perugia (1945). Fra gli ospiti, il terzo da sinistra nella fila in alto è l'avv. Mario Berlinguer, padre di Enrico, ex deputato aventiniano allora fra i massimi responsabili dell'Alto commissa
  • Partigiani della “S. Faustino Proletaria d'urto” in marcia
  • Partigiani jugoslavi della “Gramsci” a Norcia nel giugno 1944
  • 11.	Comando del battaglione “Tito” della brigata “Gramsci”. Al centro Svetozar Laković “Toso”
  • Partigiani della “S. Faustino Proletaria d'urto”

Fancelli Pietro

Nasce a Città di Castello (Pg) il 15 maggio 1907. Falegname. Comunista. Nel giugno 1924 emigra per raggiungere la famiglia a Nizza, città dalla quale ritorna nel 1927 per prestare il servizio militare a Modena. A Nizza svolge intensa attività antifascista ed è iscritto al partito comunista. Nel maggio 1934 è iscritto in Rubriaca di frontiera (Rf) per perquisizione e segnalazione, provvedimento che due anni dopo è rettificato in arresto ed è esteso anche al Bollettino delle ricerche (Br). Nell’agosto 1936 è in Spagna, arruolato nella Milizia Operaia del Partito operaio di unificazione marxista (Poum). Combatte sul fronte di Huesca, in Aragona, e il 12 maggio 1937 è ferito all’occhio sinistro. Anche il consolato di Barcellona, nell’ottobre 1936, lo segnala presente sul fronte di Aragona. Promosso ufficiale, resta in Spagna fino al 24 agosto 1937, quando fa ritorno a Nizza, dove milita sempre nel partito comunista e si trova ancora, stando agli organi di polizia, nel gennaio 1940.
Non si conosce né il luogo né la data di morte.


Luciana Brunelli, Gianfranco Canali


Fonti e Bibl.: Acs, Cpc, b. 1942, ad nomen; Asp, Questura, Schedati, b. 17, fasc. 29; Aicvas, Scheda biografica



bk
organizzazioni
formazione
luogo
orientamento